5 CONSIGLI PRATICI PER MIGLIORARE L’ISOLAMENTO TERMICO

9 Luglio 2017
NON RIESCI A DORMIRE? LO SAPEVI CHE DORMIRE BENE AIUTA A DIMAGRIRE?
8 Luglio 2017
VUOI METTERE PIU’ ORDINE DENTRO CASA?
10 Luglio 2017
 

HAI CALDO? PER MIGLIORARE L’ISOLAMENTO TERMICO DI CASA E’ MEGLIO COIBENTARE DALL’ESTERNO O DALL’INTERNO?

5 CONSIGLI PRATICI

Se le nostre case sono calde d’estate e fredde d’inverno, forse è arrivato il momento di chiedersi perché. Aumentare la temperatura interna d’inverno attraverso l’impianto di riscaldamento e utilizzare i climatizzatori d’estate, sono due modi che denotano una cattiva progettazione.
La coibentazione di una casa NON è una cosa semplicissima e nemmeno a costo zero, ma con dei piccoli accorgimenti possiamo provare a migliorare i punti attraverso i quali il calore “entra” d’estate ed “esce” d’inverno. Ricordiamoci inoltre che tutti gli interventi per far sì che la nostra casa possa mantenere una temperatura di confort il più possibile COSTANTE possono essere detratti fiscalmente al 65% e ci aiutano ad ABBATTERE I COSTI di luce e gas sia d’estate che d’inverno, quindi sono di sicuro UN OTTIMO INVESTIMENTO.
Ma è meglio coibentare dall’esterno o dall’interno?
Sono due interventi differenti, che hanno costi differenti e che ottengono risultati differenti. Facciamo un esempio per chiarire meglio il concetto. Immaginiamo di essere in inverno, fuori, indossando solo una maglia, e vogliamo riscaldarci: è meglio una canottiera o un cappotto? Per quanto la canottiera ci AIUTI a mantenere una temperatura corporea costante, è il CAPPOTTO quello che otterrà il miglior risultato in quanto ci isola dal freddo esterno ed impedisce al nostro corpo di disperdere il calore che produciamo. Ecco perché si parla anche per gli edifici di CAPPOTTO ESTERNO. Lo stesso ragionamento vale in estate. Stando sotto un ombrellone (fresco esterno) ci si riscalda di meno che mangiando un gelato (fresco interno). Non potendo porre un mega ombrellone sopra le nostre case, ci avvaliamo, come esempio esplicativo, della prassi usata dagli arabi nel deserto: coprirsi per isolarsi. Anche in questo caso il CAPPOTTO ESTERNO resta tra le soluzioni più valide, ma non è l’unica e non può rimanere il solo intervento. Dove non fosse possibile intervenire esternamente, si può tamponare con soluzioni interne.

Vediamo 5 miglioramenti che possiamo apportare:

1- SOSTITUZIONE DEGLI INFISSI ESTERNI:

la sostituzione degli infissi esistenti è sicuramente il primo passo da fare. Sceglieremo, ad esempio, infissi con doppio o triplo vetro (in funzione della zona climatica), con riempimento della vetrocamera con gas a bassa conducibilità termica (argon, kripton, xenon) e vetro interno del tipo basso emissivo. Con infissi di tali caratteristiche si può raggiungere una trasmittanza (ossia la capacità di trasmettere calore) ottimale che ci aiuterà a migliorare le prestazioni termiche del nostro spazio abitativo. E’ indispensabile, a questo fine, scegliere degli infissi con taglio termico e nel caso siano presenti cassonetti, è necessario isolare anche quelli.

2- SOSTITUZIONE DELLA VECCHIA CALDAIA:

le caldaie a condensazione, ad esempio, sono tra i sistemi di riscaldamento più innovativi degli ultimi anni. Recuperando i fumi di scarico per riscaldare l’acqua hanno stravolto completamente il settore del riscaldamento permettendo un risparmio in bolletta molto elevato.

3- ISOLAMENTO O IMPLEMENTAZIONE DELL’ISOLAMENTO DELLE PARETI ESTERNE:

quando non si può agire dall’esterno, dobbiamo necessariamente usare l’interno e perdere inevitabilmente qualche centimetro di spazio che recupereremo in un più alto confort abitativo, a meno che di non usare delle ottime pitture termiche. Diversamente, le pareti verso l’esterno possono essere coibentate utilizzando la cosiddetta tecnica del “cappotto interno”, applicando cioè sullo strato interno della parete, ad esempio, dei pannelli isolanti specifici con un alto coefficiente di isolamento termico. Oppure, se siamo disposti a cedere ancora qualche altro centimetro per la realizzazione di un isolamento termico di maggiore efficacia, possiamo procedere, ad esempio, con la realizzazione di una controparete in cartongesso, riempiendo lo spazio di intercapedine creato con dei pannelli isolanti. Questo è solo UNO dei TANTI modi per isolare le pareti internamente. Tutto dipende dai costi che vogliamo sostenere, e dal coefficiente di isolamento che vogliamo raggiungere.

4- REALIZZAZIONE DI CONTROSOFFITTATURE:

lì dove gli appartamenti siano caratterizzati da soffitti alti tre metri o anche di più, o nel caso in cui siano a diretto contatto con solai o tetti non coibentati, è possibile realizzare una controsoffittatura, che oltre a ridurre il volume dell’ambiente riscaldato (lì dove ci siano le altezze, ricordiamo infatti che deve rimanere sempre un’altezza netta minima di mt. 2,70 tra solaio e pavimento), ci aiuterà a isolare in modo migliore gli ambienti in questione.

5- ISOLAMENTO DELLA COPERTURA:

nei casi in cui sia possibile, nelle abitazioni unifamiliari, oppure anche negli appartamenti siti all’ultimo piano degli edifici, è altamente consigliato isolare e/o migliorare la coibentazione della copertura. Nel caso di copertura piana (edificio terrazzato) è possibile procedere isolando dall’interno, ossia applicando al soffitto dei pannelli isolanti, oppure dall’esterno, al di sotto della pavimentazione della terrazza (con conseguente rifacimento della stessa). Nel caso di copertura con sottotetto NON praticabile è possibile isolare posando in opera l’isolante sul pavimento del sottotetto anche se noi consigliamo sempre di agire direttamente sul manto di copertura; nel caso di sottotetto praticabile è possibile isolare dall’interno, applicando i pannelli isolanti o le schiume termiche, direttamente alla falda di copertura. Nel caso si possa operare dall’esterno, il risultato sarà indubbiamente migliore, anche se più oneroso.

Hai pensato come migliorare l’isolamento di casa tua? Vogliamo valutarlo insieme? Vuoi finalmente abbattere in modo risolutivo le bollette di luce e gas? Chiamaci: cercheremo e troveremo insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze e alle tue… tasche!

Condividi
 
 

Hai bisogno di una consulenza?

CONTATTACI
 

Comments are closed.

Italiano