La luce:Dalle onde elettromagnetiche alla dinamo.
21 Giugno 2017
NON RIESCI A DORMIRE? LO SAPEVI CHE DORMIRE BENE AIUTA A DIMAGRIRE?
8 Luglio 2017

Ma durante una ristrutturazione, la sostituzione delle PORTE INTERNE E’ DEDUCIBILE ai fini delle detrazioni fiscali del 50%?

Dipende…
Vediamo quando e come è possibile.

Questo intervento, infatti, non rientra né nella detrazione per ristrutturazioni, né nel cosiddetto bonus mobili, in quanto espressamente indicato dall’Agenzia delle Entrate come acquisto non detraibile nella circolare n. 29/E/2013 al paragrafo 3.4 (“[…] Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo. […]”). Anche in questo caso la motivazione sottostante a tale diniego all’applicazione della detrazione è legata alla circostanza che l’intervento viene considerato come mera sostituzione di un complemento d’arredo.

TUTTAVIA…

….se tale tipologia di onere viene sostenuta congiuntamente ad altri interventi per i quali la detrazione risulta ammessa (si ipotizzi la demolizione di una parete interna che comporti la modifica dell’ubicazione della porta interna), la detrazione compete anche per tale sostituzione delle porte interne.

Bisogna sempre verificare il contesto globale nel quale gli interventi vengono posti in essere. Infatti, quando gli interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo nonché di RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA (art. 3 DPR n. 380/2001) risultano essere INGLOBANTI rispetto agli interventi di manutenzione ordinaria, LA DETRAZIONE SARA’ AMMESSA. Pertanto l’intervento risulta agevolato anche se, di per sé, preso singolarmente, rientra nella manutenzione ordinaria (circolari n. 57/E/1998 e n. 121/E del 1998) e quindi, normalmente, può beneficiare della detrazione solo se viene effettuato sulle parti comuni condominiali.
Infatti, la stessa circolare n. 57/E al paragrafo 3.4 afferma che ai fini della detrazione “[…] occorre tener conto del carattere assorbente della categoria “superiore” rispetto a quella “inferiore”, al fine dell’esatta individuazione degli interventi da realizzare e della puntuale applicazione delle disposizioni in commento. […]”.

Questa porta è stata progettata, realizzata e montata interamente da noi… IN SOLI 5 GIORNI. La struttura è in rovere naturale in cui abbiamo alternato alcune parti in MDF laccato bianco per meglio adattarla all’arredamento esistente. Per migliorare la durata nel tempo e la sua fruibilità e vivibilità, l’intera porta, comprese le mensole e la struttura, hanno avuto un trattamento anti graffio e anti macchia. La predisposizione per l’impianto elettrico pensata all’interno dell’imbotto ha fatto in modo che gli interruttori fossero di facile e immediato accesso.

Condividi

Comments are closed.

Italiano